mercoledì 17 maggio 2017

Fort e Horror

L'Autore sperimenta la scrittura nel settore dell'horror, parlando di Zombie e cimiteri.

Il suo racconto - intitolato "Due novembre" - è stato selezionato fra i partecipanti al concorso di letteratura del genere appunto Horror dal titolo "Z di Zombie 2017" che è anche il titolo dell'antologia.


Il racconto, per i curiosi, è questo.



Due novembre



Tutte stupidaggini.

L’ho sempre pensata così in fatto di zombie. Le solite storielle da raccontare ai bambini o per emozionare gli spettatori accomodati nella sala di qualche bel cinema.

Ho cambiato idea il giorno in cui decisi di andare al cimitero.

Sì, lo so, adesso direte che al cimitero ci sono cadaveri, scheletri e zombie che girano fra tombe scoperchiate dalle quali sono usciti i morti viventi.

Sbagliato.

Dunque, stavo dicendo che quel giorno ero andato al cimitero.

Era il due novembre e quindi una capatina a trovare i parenti mi pareva doveroso. Con un bel mazzo di fiori in mano stavo seguendo un lungo viale accompagnato da verdissimi alberi, non c’era nessuno. Un silenzio bellissimo, una pace che non sentivo da tanto. Le lapidi erano trascurate, ma la tranquillità che regnava quel giorno con il cielo azzurro e un sole appena accennato erano un contorno da poesia. Girare senza alcuna ressa, senza gente che grida, bambini che corrono e parenti che fingono di essere affranti di fronte alle tombe, me ne andai per i fatti miei così rilassato che mi era venuta la tentazione di trasferirmi in quel posto così piacevolmente sereno.

Che strano mi dissi.

Possibile che non ci fosse nessun a pulire le lapidi o a lucidare le fotografie dei defunti? Eppure non c’era nessuno. Controllai nel telefono e verificai, eh no, era proprio il due novembre.

Sistemai i fiori dai miei nonni, poi mi spostai dalle mie zie e quindi conclusi con mio cugino, di cui non seppi mai molto, ma mi avevano detto che eravamo parenti, quindi qualche fiore non mi sentii di negarglielo.

In lontananza vidi una figura che si nascondeva frettolosamente dietro lo spigolo di un muro, allora non ero solo.

Rassicurato da questa scoperta mi incamminai lungo il viale in direzione dell’uscita.

Mi accorsi allora del rumore alle mie spalle. Un uomo a una cinquantina di metri da me trascinava i piedi sul ghiaino, vestito da custode, o meglio ERA il custode e mi fissava avanzando. Decisi di attenderlo per chiedergli come mai non c’era nessun visitatore.

Mentre si avvicinava mi resi conto però che aveva qualcosa di strano. I suoi vestiti erano malconci, strappati, sporchi di terra, con macchie scure qua e la. Quando arrivò più vicino mi resi conto che era pallido, con gli occhi fissi nella mia direzione, la bocca aperta sporca di sangue e i denti altrettanti sporchi. All’inizio pensai a uno scherzo, poi decisi di lasciar perdere quell’idea rassicurante e senza voltarmi arretrai allontanandomi e cosi facendo andai a sbattere contro un altro custode altrettanto pallido, gli mancava una parte del cranio, senza un occhio, i capelli sporchi di terra e sangue, mi fissava, con la bocca spalancata.

Feci un passo indietro per evitare il suo morso.

Lo aggirai e mi misi a correre verso l’uscita e fu li che ne trovai altri quattro che mi sbarravano la strada. Non potevo tornare indietro, non potevo stare fermo, potevo solo accelerare e sperare di contare sulla velocità. Vidi le loro bocche sempre più vicine, sentii i loro corpi instabili, sentii il fetore della loro carne decomposta, avvertii un dolore alla mano destra. Caddero a terra tutti e quattro e io proseguii verso l’uscita. Quando uscii dal cancello mi voltai per guardarli, stavano cercando di rialzarsi, corsi verso la macchina e scappai a casa.

Mi fa male la mano, mi sento strano, non ho il coraggio di guardarmi allo specchio, vedo appena il riflesso del mio viso sullo schermo del computer, adesso che sto scrivendo.

Questa è l’ultima cosa che riuscirò a scrivere.

Ora devo andare, ho fame, una terribile fame… di carne umana.

sabato 6 maggio 2017

Prossima tappa... la Sala della Regola nel Cadore.

Dopo le presentazioni del nuovo romanzo a Cortina, Padova, Mestre, Treviso e Conegliano, la prossima tappa sarà Campolongo di Cadore (BL). Un ringraziamento lo si deve al Sig. Fabrizio Soravia titolare del "Caffè Letterario" ideatore e organizzatore del prossimo evento.

Le paure, i dubbi, il coraggio, le battaglie, gli amori di Yuan e di Xin Li si sono fatti apprezzare da un pubblico attento, curioso, indubbiamente colpito dall'Autore.

Il libro è stato definito un misto di infinita fantasia e di altrettanta poesia per le immagini sempre misurate e mantenute all'interno di una cornice di garbo e gentilezza.

Le varie presentazioni hanno dimostrato, malgrado le difficoltà dell'editoria e del mondo della cultura in generale, che i lettori attenti esistono e che questi pretendono contenuti e forme di qualità. In tale prospettiva si ringrazia chi ha contribuito alla realizzazione dei vari eventi e partecipazioni.
In attesa delle nuove iniziative, concludiamo con un messaggio dell'Autore.

Ringrazio a uno a uno tutti coloro che avendo avuto fiducia in me, hanno letto o stanno leggendo uno o più dei miei libri. Ogni volta che una mia "creatura" entra nella vita di una persona... mi sento onorato di meritarlo. Grazie.
                                                                             Alessandro Fort

domenica 30 aprile 2017

La conversazione con il Prof. Gabriele Stoppani al Municipio di Mestre il 28 aprile 2017 durante la presentazione del nuovo romanzo dell'Autore YUAN E XIN LI.




sabato 8 aprile 2017

Le presentazioni del nuovo romanzo dell'Autore.

28 aprile ore 17.00 Municipio di MESTRE con la partecipazione del Prof. Gabriele Stoppani (Presidente della Associazione culturale "Nicola Saba"), di Giorgia Pollastri (cultura e iniziative di Mestre) e Patty Ferraro che presenta l'evento e leggerà alcuni brani del libro.

4 maggio ore 21.00 Libreria Canova in piazzetta Lombardi 1 a TREVISO con l'introduzione dell'Arch. Giovanni Galli, presentazione e letture recitate di Patty Ferraro.

5 maggio ore 18.00 Libreria Canova in via Cavour, a CONEGLIANO VENETO con l'introduzione dell'Arch. Giovanni Galli, presentazione e letture recitate di Patty Ferraro.

13 maggio ore 20.30 Sala della Regola a CAMPOLONGO DI CADORE con l'introduzione di Fabrizio Soravia (titolare del Caffé Letterario), dialogo con il Prof. Giovanni Tonon, letture recitate di Patty Ferraro.

martedì 28 marzo 2017

Grandi risultati a Padova e Rovigo

Si è conclusa positivamente la presentazione a Padova presso la Libreria Feltrinelli del romanzo dell'Autore "Yuan e Xin Li" e altrettanto positiva è stata la presentazione della biografia di Rado Giorgio "Come si impara un mestiere" alla premiazione dello stesso alla manifestazione organizzata dalla Camera di Commercio di Venezia e Rovigo, nel grande e magnifico salone del Grano a Rovigo, nella Piazza Garibaldi.

Il programma delle presentazioni tuttavia non si ferma e prosegue nei prossimi mesi di aprile e maggio. Per ora è stata intanto stabilita con sicurezza la data del 28 aprile alle ore 17.00 presso la sala Collalto al Municipio di Mestre, in Via Palazzo, 1.

Tutti i lettori e amici di Alessandro Fort della zona di Mestre e Venezia sono invitati.
 

sabato 18 marzo 2017

Lunedì 20 marzo a Padova

Lunedi prossimo alle ore 18.00 l'Autore presenta il suo nuovo romanzo "Yuan e Xin Li".

Dopo il successo di Cortina, il programma delle presentazioni prosegue con la tappa di Padova, alla libreria Feltrinelli, nell'ambito della sua serie di autori da proporre alla cittadinanza e al pubblico lettore.

L'incontro sarà illustrato da Patty Ferraro nella sua sua veste di presentatrice e lettrice, grazie a lei sarà possibile ascoltare dalla viva voce alcuni brani del volume.


L'incontro sarà occasione non solo di conoscere il volume, ma anche l'autore e le ragioni che lo portano a scrivere.

Vi aspettiamo
lunedì 20 marzo alle 18.00
via San Francesco, 7 a Padova.


Vi ricordiamo che il volume è già disponibile nella libreria, per chi non potesse partecipare alla presentazione e fosse comunque interessato all'acquisto.

venerdì 3 marzo 2017

Grande successo a Cortina


Si è conclusa con assoluto successo di pubblico e di promozione, la presentazione dello scorso 27 febbraio all'Hotel Majestic di Cortina del nuovo romanzo dell'Autore Alessandro Fort "Yuan e Xin Li".
Infiniti ringraziamenti per l'esito ottimale lo si deve in primo luogo all'energetica Rosanna Raffaelli Ghedina, giornalista e donna di Pubbliche Relazioni che ha presentato l'Autore nel corso della serata all'Hotel Majestic. Un altrettanto grande ringraziamento a tutti gli altri protagonisti che hanno contribuito, dalla Sig.ra Nives Milani che ha curato la diretta su Radio Cortina alla Redazione del settimanale "Cortina Vacanze oggi" (n. 6 del 24/02/2017) al personale della Cooperativa per il reparto libri, dal personale dell'Hotel al Titolare - il Sig. Enrico - diventato amico, alla bravissima Patty Ferraro che ha dato vita ai personaggi con le sue letture recitate. Un ringraziamento al pubblico che ha seguito con attenzione e interesse la presentazione e partecipato all'aperitivo organizzato in onore dell'Autore.